Marketing di prossimità, che cos’è? Si tratta di una delle nuove frontiere del fare marketing, servendosi delle moderne tecnologie, in particolare dei nostri inseparabili dispositivi mobili.
E così, se ci troviamo a passare davanti alla vetrina di un negozio che vende determinati articoli per i quali avevamo già dimostrato interesse attraverso, ad esempio, una ricerca su Google, ecco che potremo ricevere un messaggio che ci avvisa delle promozioni in corso in quel dato punto vendita, e di cui potremo approfittare.

Questo grazie all’economia dei Big Data e alla nostra autorizzazione naturalmente.

Quanto detto può valere per negozi, ristoranti, cinema ed in generale tutti quei luoghi fisici che offrono beni e servizi, e che potranno fare così a meno delle tradizionali costose pubblicità ed avvalersi invece di una comunicazione più “ad personam” legata al mobile marketing.

Certo nel nostro Paese questo tipo di processo di vendita è ancora agli inizi, si sta timidamente affacciando al mercato solo adesso, per le difficoltà costituite dalla complicata legge sulla privacy e per la diffidenza ancora largamente presente verso questo tipo di attività, che vengono viste spesso come un’“invasione” del nostro mondo privato da parte dell’esterno.
E invece bisogna essere in grado di vedere, e di cogliere, questa nuova, grande opportunità! Che apporta vantaggi sia ai venditori che ai consumatori.

In questo modo evidentemente i negozi fisici tornano ad acquisire un’importanza e un ruolo ben precisi, in un’epoca, la nostra, in cui l’e-commerce (lo shopping online quindi) sta ormai rivoluzionando il tradizionale processo di acquisto, quello legato cioè al punto vendita fisico. Grazie al marketing di prossimità, all’analisi dei dati e ad una buona dose di creatività, il negozio tradizionale ha la possibilità di scendere nuovamente in campo, dotato di nuove e più moderne carte da giocare! E tornando quasi a ricoprire il ruolo del negozio di fiducia sotto casa, quello che ci conosce personalmente e sa consigliarci perfettamente i migliori prodotti e le offerte più interessanti.

E tutto questo grazie alla tecnologia, come ad esempio quella di iBeacons, vale a dire piccoli strumenti di connessione che sono in grado di identificare con estrema precisione la posizione di una persona dotata di un cellulare connesso.
Il negozio fisico dunque, che di fronte all’e-commerce rischiava di scomparire, risulta nuovamente protagonista del processo di acquisto, diventando utile e invitante, in un modo nuovo e moderno, perché si pone adesso nei nostri confronti come la soluzione ai nostri problemi, proprio quella, esattamente quella! che stavamo cercando.